La corruzione, un nemico comune

La corruzione è certamente un fenomeno ampiante ricorrente e discusso al giorno d’oggi, in particolar modo in Italia; ma è bene definire con più precisione cosa si intende col suddetto termine, affinche se ne possano elencare al meglio gli aspetti, le caratteristiche e le problematiche connesse.
La corruzione viene comunemente associata all’ottenimento di determinati vantaggi e privilegi solitamente in cambio di una somma di denaro o un comportamento, un servizio. Più precisamente essa corrisponde all’abuso di potere per fini personali, per ottenere un indebito vantaggio, riscontrabile in contesti sia pubblici che privati.
E’ necessario inoltre fornire una distinzione tra corruzione: nella quale entrambi le parti traggono vantaggio; ed estorsione: la quale comprende l’appropriamento forzato e imposto del favore o dell’ammontare di denaro imposto.
Perciò qualsivoglia forma di corruzione o estorsione, ad ogni modo implica un discostamento dai propri doveri ed obblighi, di conseguenza comporta una degradazione morale e strutturale della società, portando inetivabilmente ad un declino dell’organizzazione e dell’istituzione che garantisce il corretto e legittimo meccanismo che costitusce la comunità.
Concludendo, questo fenomeno corrisponde ad un impoverimento generale a favore di coloro i quali si appopriano di beni e diritti altrui per perseguire scopi individuali altamente illeciti.

Danilo Di Caterino, 4^h L.S.S. Enrico Fermi, Bari

Precedente Un clic per aprire gli occhi! Successivo Partire da giù